Come valutare una grattugia elettrica dal wattaggio

Portatili e compatte, le grattugie elettriche possono essere facilmente posizionate in cucina per via delle piccole dimensioni che non rubano spazio, ideali per grattugiare formaggio, cioccolato, pane secco, ma anche alcuni tipi di verdure. Le prestazioni dipendono dalla carica della batteria e dal wattaggio dei vari modelli che condizionano i gradi di velocità e potenza. In genere, nelle grattugie portatili il motore si attesta su wattaggi variabili da 150 a 500 watt. Dipende da cosa dobbiamo fare con la grattugia, in base al bisogno e alla frequenza d’uso, si può scegliere quale modello fa al caso nostro. Una grattugia elettrica da 150 watt è indicata per uso saltuario e per affettare verdure morbide come pomodori, cetrioli, funghi e fragole, mentre un modello di potenza intorno ai 200 watt può andar bene per alimenti più consistenti tipo sedano o carote. Se non basta, ci sono grattugie a batteria ancora più potenti da 500 watt che sono in grado di grattugiare anche noci, noccioli e formaggi stagionati duri come sassi.

Sarà utile, se non si ha una conoscenza approfondita della materia, prendere in considerazione anche i pareri e le recensioni postate in rete dai consumatori che possono aiutare a far luce sulle prestazioni di questo o quel modello di grattugia elettrica. Nella valutazione di una buona grattugia elettrica, però, non bisogna limitarsi alla potenza, in quanto un motore è efficace solo se forma una coppia ‘affiatata’ con una lama di qualità. Inoltre, la velocità, così come la potenza, dipende anche dai materiali utilizzati per la realizzazione del prodotto che dev’essere robusto per reggere all’usura e semplice da pulire. Il materiale migliore per una grattugia elettrica di qualità resta l’acciaio inossidabile, che però dev’essere di prima scelta.

Altro aspetto da considerare nella scelta della grattugia elettrica è la capienza del contenitore in cui vengono collocate le verdure prima di essere grattugiate. La maggior parte delle grattugie elettriche disponibili in commercio hanno una capienza variabile tra 0,1 e 0,5 litri. Ovviamente, una maggiore capienza del serbatoio farà aumentare il prezzo, ma se si è soliti cucinare per molti commensali serviranno grossi quantitativi di prodotto grattugiato ottenibili in tempi rapidi e senza sforzo. Al contrario se si è soli o in due, non servirà una grattugia particolarmente capiente.