I tipi di macinacaffè

Quali sono i diversi tipi di macinacaffè? Diciamo che al momento ci sono tre tipi principali di macinacaffè. I due tipi di macinacaffè più costosi sono con le lame e con le macine rotative. I macinacaffè a lama lavorano tagliando i fondi di caffè con una lama attaccata. Le lame ruotano molto velocemente e hanno l’aspetto di un’elica, che crea un flusso molto piccolo di fondi da utilizzare. I macinacaffè rotativi funzionano mettendo i fondi di caffè su un tamburo rotante.

Le lame macinano il caffè in modo simile a quello di una cialda, ma molto più grande, producendo una maggiore quantità di caffè macinato da una singola tazza. Questo metodo è generalmente buono per fare un espresso istantaneo o un caffè forte. Le lame che vengono fornite con un macinacaffè a lama si intasano nel tempo, quindi potrebbe essere necessario acquistare nuove lame. I macinacaffè rotanti macinano il caffè muovendo i fondi di caffè con un movimento circolare. Questo metodo produce un caffè più consistente, con meno amarezza. Il macinacaffè rotante macina anche il caffè in modo uniforme, rendendo più facile fare un ottimo espresso.

Gli amanti del caffè possono scegliere di avere una varietà di macinacaffè sul mercato. Tuttavia, il modo migliore per garantire che il caffè arriva al suo sapore migliore è quello di tostare il caffè a casa. Tostatura del caffè a casa è spesso volte un metodo più efficace rispetto all’acquisto di un macinacaffè presso il negozio.

Ora sicuramente troviamo anche moltissimi brand che si occupano di mettere in commercio i diversi tipi di macinacaffè tra cui possiamo scegliere, anche se consideriamo i vari budget che si possono avere. Ci sono anche modelli essenzialmente però pensati per un uso professionale e sono in genere non solo più costosi ma anche molto più grandi, ovviamente hanno anche una serie di funzioni particolari e decisamente ottime da sfruttare se abbiamo un’attività di ristorazione o un bar.

Nel caso invece ci serva solo un macinacaffè da usare in cucina dobbiamo puntare su modelli che sono comunque funzionali, ma che possono però essere anche più piccoli e compatti, semplici da usare e riporre in cucina senza impaccio.

Dato che non è sempre semplice capire cosa scegliere, vi consiglio comunque di consultare anche il web e dare un’occhiata al sito che vi lasceremo in fondo a questo articolo.

Per maggiori informazioni sull’argomento puoi trovare tutto sul sito web che segue.